Una terra promessa

BARACK OBAMA

A ridosso della fine delle elezioni presidenziali americane, che hanno visto vincitore il candidato democratico Biden, esce in libreria il capolavoro letterario di Barack Obama.

Obama racconta se stesso da giovane alla ricerca di un’identità, fino a quando raggiunge come in un sogno la carica di primo Presidente USA afroamericano. Il tutto tra mille sfide affrontate e la ricerca di un equilibrio con la vita privata.

In un articolo del New York Times viene sottolineato come questo libro dona la speranza di cui necessitiamo per affrontare il futuro: «Una terra promessa arriva in un momento di profondi disordini politici, culturali e sociali accentuati dalla pandemia globale e dalla conseguente crisi economica. Nonostante le tensioni, Obama possiede un’instancabile speranza per il futuro e dimostra di essere ancora in prima linea ovunque vincano democrazia, tolleranza, rispetto e progresso

Una terra promessa è il racconto della scommessa di un uomo con la Storia, della fede di un coordinatore di comunità messa alla prova della ribalta mondiale. L’autore si esprime con franchezza sulla difficoltà di far convivere il ruolo di candidato nero alla presidenza, il peso delle aspettative di un’intera generazione mobilitata da messaggi di «speranza e cambiamento», e la necessità di essere moralmente all’altezza delle decisioni cruciali da prendere. Descrive apertamente le forze che si sono opposte a lui negli Stati Uniti e nel mondo; spiega come la vita alla Casa Bianca abbia condizionato la moglie e le figlie; non esita a rivelare dubbi e delusioni. Eppure non smette mai di credere che, all’interno del grande e ininterrotto esperimento americano, il progresso è sempre possibile.

Con grande efficacia ed eleganza di stile, questo libro sottolinea la strenua convinzione di Barack Obama che la democrazia non è un dono ricevuto dall’alto, ma si fonda sull’empatia e sulla comprensione reciproca, ed è un bene da costruire insieme, giorno dopo giorno.