Archivio Storico “L. Egidi”

L’Archivio Storico comunale è situato all’interno del Palazzo Campana nei locali sottostanti la Biblioteca.
Precedentemente era sistemato all’ultimo piano del Palazzo Municipale, dove si era formato nel corso dei secoli, ma i locali non erano idonei ad un’adeguata conservazione.
Presso l’Archivio storico sono conservati atti, documenti, registri a partire dall’XI secolo.
In particolare, le principali classi rappresentate sono le seguenti:

  • Collezione delle pergamene: n. 790 tra atti notarili, bolle, privilegi, brevi pontifici, dal 1061 al 1814;
  • Statuti comunali: sec. XIV-XV;
  • Libro Rosso: 132 documenti dei secoli XII-XIII trascritti in due fascicoli membranacei;
  • Catasto comunale: tre volumi membranacei del sec. XIII-XIV;
  • Riformanze e Deliberazioni consiliari: dal 1360 al 1944;
  • Registri (copie di lettere delle autorità superiori): dal 1360 al 1806;
  • Istromenti: dal 1545 al 1806;
  • Trasatti (atti d’asta dei proventi del Comune): dal 1489 al 1803;
  • Camerlengato (amministrazione finanziaria del Comune): dal 1360 al 1808;
  • Annona: dal 1596 al 1800;
  • Monte di Pietà: dal 1470 al 1835;
  • Monte Frumentario: dal 1575 al 1802;
  • Atti Giudiziari: dal 1360 al 1807;
  • Suppliche (domande rivolte alle autorità): dal 1407 al 1814;
  • Carteggio: dal 1410 al 1808;
  • Manifesti: dal 1580 ad oggi;
  • Categorie: dal 1809 al 1962
  • Concessioni edilizie: 1909-1966.

Trova collocazione presso l’Archivio storico anche il pregiato Archivio notarile mandamentale: centinaia di volumi contenenti atti di notai osimani e dei comuni limitrofi, dal 1440 al 1962.
Sono stati depositati nel corso degli anni, svariati fondi privati, di minor consistenza, ma importanti e ricchi di notizie utili, come ad esempio:

  • l’Archivio della Società Teatrale: sec. XVIII – XX;
  • l’Archivio della Confraternita della Morte: sec. XVII – XX;
  • l’Archivio della Società Operaia di Mutuo Soccorso: sec. XIX – XX;
  • l’Archivio della famiglia Acqua: sec. XVII – XIX;
  • l’Archivio della famiglia Guarnieri: sec. XV – XIX;
  • l’Archivio della famiglia Fiorenzi: sec. XVIII-XX;
  • l’Archivio del Brefotrofio consorziale: sec. XIX-XX;
  • l’Archivio dell’Ospedale SS. Benvenuto e Rocco: sec. XVI-XX.